Giardini del Teatro - Villa Pamphili

Villa Pamphili – Il Parco

Il Giardino delle Meraviglie di Roma

Roma ha un Giardino delle Meraviglie, e questo giardino si chiama Villa Doria Pamphili. Villa Pamphili è una residenza storica, ma è anche il più grande parco della capitale. Edifici seicentechi, giardini all’italiana, fontane, cascate, laghi e alberi monumentali costellano questa villa storica, racchiusa tra gli antichi tracciati romani di via Aurelia Antica, via della Nocetta e via Vitellia. Più di 180 ettari di verde costellati di percorsi, piste ciclabili e zone attrezzate con giochi per bambini. Un unico punto ristoro, il Vivi Bistrot di Villa Pamphili, offre la base ideale per andare alla scoperta del parco, magari con un delizioso cestino da picnic in mano.

Orari d’apertura

Dalle 07.00 fino al tramonto.
In estate le porte di Via Vitellia rimangono aperte la sera per dare modo agli ospiti di
Vivi di raggiungere il Bistrot, che nella bella stagione offre per aperitivi e cene sotto le stelle.

Entrate

Villa Pamphili è raggiungibile da 8 entrate principali: Via San Pancrazio, Via Leone XIII, Largo Casale Vigna Vecchia, Largo M. Luther King, via Vitellia, Via della Nocetta e due entrate su Via Aurelia Antica (ai civici 183 e 327)

FAI DEL PARCO IL TUO SALOTTO

ViVi ti aspetta per un Picnic a Villa Pamphili!

Concediti un picnic biovizioso nel parco di Villa Pamphili.
Ordina online e, a partire da un ora dopo, troverai  il tuo picnic al Vivi Bistrot, dove potrai ritirarlo saltando la fila.
Packging interamente compostabile e teli da picnic in affitto.

Le 3 Migliori Passeggiate a Villa Pamphili

1. Splendori Seicenteschi

Preparatevi a rifarvi gli occhi tra le splendide architetture Seicentesche della villa. Si entra da Porta di San Pancrazio attraverso l’entrata monumentale, segnata dalla Porta dei Quattro Venti. Scendete sulla destra attraversando una zona del parco piuttosto frequentata e costeggiate la Valle dei Daini, l’antica riserva di caccia della famiglia Pamphili. Più avanti c'è perla del parco, il Casino del Bel Respiro anche chiamato Casino Algardi dallo scultore che lo progettò. Di fronte al Casino ci sono i meravigliosi Giardini Segreti, vero e proprio capolavoro paesaggistico. Proseguite verso il Giardino del Teatro e concedetevi una pausa qui, tra anfiteatri, fontane e alberi rari.

2. La Via dell’Acqua

La storia di Villa Pamphili è legata all'acqua. Proprio accanto all'entrata di Via Aurelia Antica 183, l'Acquedotto Traino alimenta le incredibili fontane della villa: la Fontana del Mascherone, del Tevere, della Palomba e della Lumaca. Proseguite fino alla Fontana del Giglio, la cui acque scorrono in uno scenografico Canale formando cascatelle e giochi d'acqua, per confluire nel Lago del Belvedere. Fate una passeggiata intorno a questo lago naturale pieno di uccelli e alberi monumentali. Tornando verso l’entrata attraverserete la pineta storica della villa. Alzate gli occhi al cielo e ammirate le chiome dei 500 pini romani mosse delicatamente dal vento.

3. La Valle

Se conoscete già Villa Pamphili, o se avete voglia di immergervi in un pezzo di campagna romana, questo è il percorso per voi. Si entra da Via Aurelia Antica 372 nella parte occidentale del parco. Raggiungete il laghetto Zen, creato nel 1965, ed attraversate il ponte pedonale. Proseguite fino a Casale di Giovio, il casale eretto nel medioevo dalla famiglia Gioivio sulle rovine di un tempietto romano, e poi acquistato dai Pamphili. Soprattutto andate alla scoperta della collezione botanica del parco, curata dal Servizio Giardini di Villa Pamhili. La ricchezza naturalistica della parte occidentale è tale, che è anche conosciuta come la ‘Valle’. Ideale da scoprire in bicicletta.

Breve Storia di Villa Pamphili

Villa Pamphili nasce nello splendore del Seicento italiano, al tempo in cui le grandi famiglie romane rivaleggiavano per costruire i palazzi più magnifici e i parchi più spettacolari. Fu così che la famiglia Doria Pamphili fece costruire la propria residenza estiva, l’attuale Villa Vecchia o Casino di Famiglia, in un vigneto particolarmente bello della campagna romana conosciuto come del ‘Bel Respiro’. Piano piano intorno alla residenza originaria nacquero gli splendidi giardini, le fontane del parco e le sontuose costruzioni, come la Villa del Bel Respiro (o Villa Algardi dall'architetto che la progettò). La villa divenne così il gioiello alla corona dei Doria Pamphili. E lo rimase fino al 1939, anno in cui il Governo Italiano iniziò ad espropriare i territori della villa. Con le Olimpiadi del 1960 la villa venne divisa in due dall’Olimpica (via Leone XIII) e dal 1972 Villa Pamphili è finalmente aperta al pubblico.

Curiosità

🌿 Nei Giardini Segreti di Villa Pamphili è stato girato The Young Pope di Paolo Sorrentino, con Jude Law nei panni del Papa.

🌿 I viali di Villa Pamphili sono dedicati a donne famose, da Maria Callas a Oriana Fallaci, passando per Simone de Beauvoir, le sorelle Bronte e Natalia Ginzburg.

 🌿 Un tunnel segreto di un chilometro e mezzo collega il Casino del Bel Respiro al Vaticano: una via di fuga per i Papi che volevano fuggire dalla città.

🌿 Ad oggi in tutta Villa Pamphili c’è un unico bagno pubblico ed è nel ViVi Bistrot!

ViVi Villa Pamphili

In questa mappa troverete le cose da non perdere a Villa Pamphili, dalle meraviglie architettoniche alle collezioni botaniche. Le entrate, le passeggiate, le fontane, i laghi e gli 11 chilometri di pista ciclabile.
E naturalmente ViVi Bistrot e i nostri posti preferiti per il picnic.