Mangiare con Amore

Cosa sono i Microgreens e come crescerli a casa

Vedere una piantina che sbuca da un seme è una magia, mangiarla non appena ha messo le prime foglie è un elisir di lunga vita!

Si chiamano microgreens e sono l’ultimo healthy food trend del momento. Non più germogli e non ancora foglie, ricchissimi di vitamine, antiossidanti e minerali, fino a 40 volte quelli che si trovano nelle piante mature. Adorabili da vedere, saporitissimi da mangiare, facili da coltivare a casa 12 mesi l’anno. Insomma, una piccola rivoluzione del sapore che ha già attirato l’attenzione dei più importanti chef del mondo attenti ai super-food.

I microgreens si possono comprare negli alimentari biologici, ma noi preferiamo crescerli a casa. Ecco come fare in pochi steps.

Cosa sono i Microgreens

I microgreens sono le piantine appena nate di numerose specie di ortaggi, erbe aromatiche e piante spontanee. Si crescono in modo semplice ed economico, senza fitofarmaci, e si raccolgono dopo soli 7- 20 giorni dalla semina, non appena hanno sviluppato le due foglioline cotiledonari, cioè le prime foglie vere e proprie. Vengono mangiati crudi e usati per dare sapore e decorare insalate e zuppe gourmet, arricchendo i piatti di potenti sostanze bioattive e sapori inediti.

Broccoli, ravanelli, grano, coriandolo, crescione, carota: sono moltissimi i semi adatti ad essere coltivati in questo modo.  I microgreens hanno mille proprietà benefiche.  Un consumo costante di micro-ortaggi rafforza il sistema immunitario, abbassa il colesterolo e la pressione sanguigna, è anticancerogeno, aiuta il microbioma intestinale, fornisce vitamine, minerali e antiossidanti preziosi.

Tanti vantaggi per la salute, la cucina e per la presentazione dei piatti, ma non solo. I microgreens sono anche un nuovo modo di mangiare con amore. Coltivare microgreens mette di buon umore, vedere le radici che si allungano nell’acqua e le foglioline che cercano il sole è una panacea non solo per il corpo, ma anche per lo spirito, un modo di restare in contatto con la natura e di non scordare mai la meraviglia che è contenuta in ogni seme.

Come coltivare i microgreens a casa

Per coltivare i micro-ortaggi serve una finestra, un contenitore che non superi i 5 cm di altezza (sceglietelo trasparente se volete vedere le radici dei semi che affondano nel sostrato), un sostrato (canapa, cocco, juta o fibra naturale) oppure una retina che permetta ai semi di non andare a fondo, un vaporizzatore e dei semi. Pochi elementi per dar vita a una meravigliosa coltivazione in miniatura.

  • Mettete nel contenitore la retina o il sostrato di crescita bagnato
  • Bagnate i semi e spargeteli nel contenitore
  • Mettete il tutto al buio per 48 ore per stimolare la germinazione e nebulizzate due volte al giorno per garantire un’umidità al 50%
  • Dopo due giorni mettete i semi vicino a una finestra (molti consigliano le lampade LED, ma noi preferiamo la luce naturale del sole!)
  • Bagnate la vostra coltivazione quotidianamente
  • Tagliate non appena compaiono le prime foglioline (circa 8 giorni dopo l’esposizione alla luce)

I microgreens possono essere mangiati appena tagliati o conservati in frigorifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.