Vivere con Amore

How to giardinaggio: come avere un giardino (o un terrazzo) perfetto con i consigli della nostra esperta paesaggista Blu Mambor

In questi giorni è importante rimanere tutti in casa ma non dimentichiamoci che ci sono tantissime attività che possiamo fare per alleggerire le giornate e combattere lo stress. Approfittiamo del tempo libero per fare quello che ci piace veramente, per riscoprire le nostre passioni e i nostri hobby! Noi ad esempio amiamo dedicarci al giardinaggio, una pratica che ha un vero e proprio effetto terapeutico e calmante. Grazie ai consigli della nostra esperta, chiunque abbia la fortuna di avere un terrazzo, un balcone – o anche un davanzale attrezzato – potrà renderlo verde e rigoglioso. Seminare fiori e piante per l’estate, o anche creare un piccolo orto, non è mai stato così facile e divertente: curiosi di saperne di più?

Giardinaggio: i consigli di Blu Mambor

Abbiamo chiesto qualche consiglio alla nostra amica Blu Mambor, architetto paesaggista molto attiva e nota a Roma, ed ecco cosa ci suggerisce: semplici gesti, poco impegno e qualcosa di cui avere cura, che ci farà passare il tempo e ci darà tanta soddisfazione.

I materiali necessari sono pochi e facilmente reperibili. Bastano solo:

  • Vasetti di piccole dimensioni
  • Terriccio fine
  • Semi in varietà
  • Etichette
  • Innaffiatoio piccolo o spruzzatore

E ora, non vi resta che mettervi all’opera!

Preparate dei vasetti di piccole dimensioni (7-10 cm di diametro) in plastica, di recupero, quelli, per intenderci, che vi sono avanzati quando avete comprato e travasato alcune piante nelle passate stagioni, oppure vasetti per le semine: meglio scegliere quelli in fibra di cocco, che sono biodegradabili e possono essere inseriti direttamente nel nuovo vaso, senza dover spostare le piantine una volta cresciute.

Il terriccio deve essere preferibilmente fine, sciolto e leggero. L’ideale è quello che si utilizza per la semina del prato, ma, se non lo avete, va bene anche quello specifico per piante grasse o qualsiasi terriccio che possiate setacciare, evitando i pezzi più grossolani e sciogliendo con le mani i grumi che si formano. Potete mescolare un po’ di sabbia di fiume, sempre se l’avete a disposizione.

I semi: qui viene il bello! Quali scegliere? Ce ne sono per tutti i gusti e, in generale, tutte le piante annuali a fioritura estiva sono molto facili da coltivare. Dipende tutto dallo spazio del vostro giardino, terrazzo o balcone, dalla quantità di sole che le nuove piantine riceveranno durante la giornata, da quanto sono grandi i contenitori che le ospiteranno. La scelta deve quindi essere fatta in base a queste considerazioni. Al sole (almeno mezza giornata), se avete un bel vaso profondo e una struttura per rampicanti, potete seminare delle splendide Ipomee, scegliendo fra le tante varietà. Sono davvero stupende e crescono in modo velocissimo!

Per cassette più o meno grandi, scegliete fra i tanti colori e varietà di Calendule, Nigella damascena, Nasturzi (che sono anche ottimi da mangiare). E poi Cosmos e Zinnie: ce ne sono tante varietà ma è sempre meglio optare per le più piccole di taglia. Se il vostro balcone è in ombra potete invece seminare Aquilegie, Violette e Nicotiane (alcune sono anche profumate).

Come creare in casa un piccolo orto

E perché non creare un piccolo orto? Se volete non solo godere della bellezza dei fiori, ma anche raccogliere i frutti del vostro lavoro, potete seminare qualche varietà orticola. Nessun ortaggio è più genuino e a kilometro zero di quello che cresce direttamente a casa vostra! Facilissimi sono i pomodori, ma preferite le varietà a frutto piccolo e a crescita limitata. Oltre ai pomodori vi suggeriamo fagiolini, rucola, insalate e zucche ornamentali di piccole dimensioni… E ovviamente basilico, prezzemolo e peperoncini in quantità. Cominciamo!

Riempite con la terra i vasetti fin quasi al bordo; con la mano fate una leggera pressione per compattare la terra leggermente e, se necessario, aggiungetene un altro po’. Sulla superficie mettete due semini per vaso, uno se il vaso è di 5-6 cm di diametro… Ora la regola è che il seme dovrà essere ricoperto di uno spessore di terra pari allo spessore dello stesso seme. Se, per esempio, seminate un seme di nasturzio, potete fare un piccolo buchino, anche con il dito e ricoprirlo di mezzo cm di terra. Ma se i semini sono piccolissimi, come per esempio quelli del basilico, questi non andrebbero praticamente ricoperti. Potete quindi appoggiarli sul terriccio, spolverare una minima quantità di terriccio sottile e, con la mano, fare una leggera pressione in modo che il seme aderisca alla terra. Man mano che seminate, scrivete il nome della pianta su delle apposite etichette. Se non le avete, fatele in casa per esempio usando uno stecchino e un post-it tagliato.

Ora è il momento di innaffiare. Questa operazione è abbastanza delicata perché dovrete evitare di spostare la terra con il getto dell’acqua. Usate un dosatore di liquidi, con il beccuccio, versando l’acqua molto delicatamente, oppure utilizzate uno spruzzatore. Bagnate più volte, aspettando che la terra assorba l’acqua e si inumidisca completamente. Nei giorni successivi questa operazione risulterà più facile, perché si asciugherà solamente la parte superiore del terriccio. Ricordatevi di tenerlo costantemente umido, ma non zuppo!

Giardinaggio: gli ultimi accorgimenti

La germinazione avviene in pochissimi giorni se i vasetti sono tenuti sempre umidi, al sole e al caldo. Se la notte le temperature scendono, mettete i vasetti dentro casa, magari ponendoli tutti insieme in un grande sottovaso. A questo punto spunteranno i primi cotiledoni (le prime due foglioline, dalla forma semplice) poi, a seguire, le prime due vere foglie, dalle quali già potrete riconoscere le piante.

Continuate ad averne cura e aspettate che crescano di 12-15 cm per “cimarle”, ovvero per tagliare l’apice della piantina appena sopra una coppia di foglie. Questa operazione stimola la ramificazione della pianta che verrà così più folta e rigogliosa. Quando avranno ben radicato, potrete mettere le piante a dimora nel loro contenitore definitivo, concimandole un po’.

https://www.facebook.com/blumam/

https://www.instagram.com/blumambor/

www.blumambor.com

Vi è piaciuto questo articolo? Continuate a seguirci qui sul blog e sui nostri canali social ufficiali per rimenere sempre aggiornati sulle attività ViVi e ricevere consigli, ricette e tanto altro ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *