Mangiare con Amore

Mangiare crudo: 10 motivi per cui fa bene

Mangiare cibo crudo o “raw food”: uno stile alimentare che fa bene alla salute e ci fa sentire leggeri e pieni di energia! Sicuramente sai che è consigliato mangiare ogni giorno 5 porzioni di frutta e verdura ma, soprattutto in estate, ricorda di consumare il più possibile verdure crude per assicurarti maggiori quantità di acqua e preziosi nutrienti.
Attraverso i suoi frutti, la natura ci dona spontaneamente tante sostanze utili al nostro organismo. Se però noi le sottoponiamo a cottura rischiamo di perdere almeno in parte le loro caratteristiche nutrizionali. A deteriorarsi sono soprattutto vitamine come la C che è termolabile (ovvero particolarmente sensibile alle alte temperature) e gli enzimi digestivi.
Esiste una vera e propria dieta crudista che propone di alimentarsi esclusivamente (o quasi) di cibi crudi per ottenere da essi il massimo dei nutrienti e dell’energia vitale della terra e dei suoi frutti. È in pratica un’alimentazione che si basa sostanzialmente su frutta fresca e secca, verdura cruda, germogli, alghe, fiori, cereali e che solo sporadicamente inserisce piccole quantità di cibi cotti.

Anche se non segui una vera e propria dieta crudista, quello che puoi fare è sicuramente aumentare la quantità di cibo crudo che metti in tavola ogni giorno. Quali sono i vantaggi che ti aspettano? Eccone 10:
1. Frutta e verdura cruda hanno una maggiore quantità di acqua e di conseguenza favoriscono l’idratazione
2. I cibi crudi sono ricchi di enzimi che aiutano la digestione
3. Maggiore è la quantità di sali minerali e vitamine
4. Danno una sferzata di energia
5. Aiutano la disintossicazione dell’organismo
6. Sono ricchi di fibre che favoriscono il benessere intestinale e la riduzione del colesterolo
7. Saziano e di conseguenza ti aiutano a perdere peso
8. Sono ricchi di antiossidanti che contrastano l’invecchiamento cellulare
9. Se mangiato all’ inizio di un pasto, il cibo crudo permette di evitare la “leucocitosi digestiva” ovvero l’attivazione del sistema immunitario che reagisce al cibo cotto e che a lungo andare può portare ad indebolirlo
10. Ti permettono di scoprire il gusto autentico dei cibi

Naturalmente si sta parlando non solo di mangiare cibo crudo ma anche di mangiare biologico. Frutta e verdura provenienti da coltivazioni tradizionali sono ricche in pesticidi e i benefici del “raw food” vengono decisamente meno se a vitamine e sali minerali si aggiungono sostanze chimiche!
La verdura cruda si può condire semplicemente con olio e limone limitando il sale e magari sostituendolo con spezie, erbe aromatiche o gomasio (semi di sesamo con una piccola percentuale di sale).
Se sei in cerca di nuove ricette crudiste puoi provare ad esempio i noodles di zucchine e carote. Si tratta di spaghetti crudi realizzati a partire da queste verdure che si possono servire accompagnati da altri ortaggi crudi come finocchi alla julienne e rucola, oltre che semi di girasole e salsa di arachidi e lime. Una vera “raw” delizia!

Ti sembra difficile riuscire ad inserire più cibi crudi all’interno della tua alimentazione quotidiana? C’è un trucchetto semplice e alla portata di tutti per ottenere diversi vantaggi: mangiare insalata o altre verdure crude prima di ogni pasto.
Mangia insalata prima di ogni pasto
Iniziare un pasto mangiando insalata o verdure crude è una sana abitudine alimentare. A cosa serve? Dato che il cibo crudo è ricco di enzimi digestivi cominciare il pasto con questi alimenti aiuta il lavoro dello stomaco e può contribuire a migliorare il senso di gonfiore.
È un’ottima idea anche per chi sta a dieta dato che consumare subito un bel piatto di insalata è un modo per far percepire prima allo stomaco la sensazione di pienezza riservando meno appetito per le portate successive generalmente più caloriche.
Il cibo crudo ad inizio pasto fa sì poi che si riescano ad assorbire meglio le preziose sostanze contenute nella verdura, in particolare vitamine e sali minerali. Questo perché lo stomaco è vuoto e può lavorare prima su queste che sul resto del cibo.

Come si compone l’insalata perfetta
L’insalata perfetta è quella che unisce insieme diversi tipi di verdure, fiori, radici, germogli e a cui magari si aggiunge anche qualche seme oleoso o frutta secca per renderla più completa e ricca di nutrienti.
Caricati dunque di energia gustando ad esempio un insalata mista con spinacino, germogli e mandorle, oppure scegli altre combinazioni come rucola, pomodorini, olive e noci o ancora pomodoro, cetrioli, cipolla di tropea e olive (con feta se si vuole realizzare la vera insalata greca).
Le possibili combinazioni sono molte, trova le tue preferite e mettile in tavola ogni giorno!

Scopri i nostri menù pieni di insalate buonissime realizzate con ingredienti biologici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *